Cittadini nel palazzo

Siamo entrati in Comune per capovolgere un sistema, fatto di ambigue relazioni tra rappresentanti in Consiglio Comunale e mondo dell'imprenditoria cittadina . Siamo entrati per rappresentare solo ed esclusivamente le istanze dei comuni Cittadini e difenderne i diritti . Lo abbiamo fatto grazie a un buon risultato elettorale, che ci ha permesso di mettere nella macchina consiliare due Cittadini, estranei alle logiche partitiche volte a celebrare l'equilibrio interno tra maggioranza ed opposizione, rendendo arido lo strumento democratico . In questi mesi abbiamo portato avanti il programma che gli elettori ci hanno assegnato. Sì, perché lo abbiamo scritto nei bar , nelle piazze , sotto i gazebo , incontrando i commercianti , distribuendo questionari e nelle assemblee aperte alla cittadinanza. In campagna elettorale come adesso , siamo trasparenti e continuiamo a respirare democrazia . Subito dopo le elezioni ci siamo attivati , senza soldi ed esclusivamente attraverso il tempo e la buona volontà degli attivisti .

Come prima proposta abbiamo richiesto al consiglio comunale di rinunciare ai fondi dei gruppi consiliari, per dare un segnale di cambiamento e la maggioranza ha bocciato la nostra iniziativa . In seguito abbiamo richiesto la creazione di un tavolo di lavoro che studiasse un piano per l'emergenza del campo abusivo rom . La più grande ed estenuante battaglia è stata contro lo scellerato PGT ( Piano di Governo del Territorio ) che prevedeva 203.000 mq di edificabile : una previsione di 70 palazzi (che vede come protagonista un solo operatore) e tre nuovi centri commerciali ( giusto per soffocare gli ultimi negozi presenti in città) . Un calcolo di 5000-8000 ipotetici nuovi abitanti, a fronte di un effettivo calo continuo della popolazione di Cinisello Balsamo . Una corsa alla crescita senza senso , senza aver fatto nessuno studio demografico che giustificasse la necessità di costruire: niente . L'aria di Cinisello Balsamo è inquinata e le polveri sottili sforano i limiti tutto l'anno: un aumento di abitanti comporterà migliaia di auto in più , un aumento di polveri sottili , un aumento di patologie polmonari ed, inevitabilmente, di quelle tumorali . Come promesso all'interno del programma , abbiamo combattuto per far decadere questo piano, vecchio ed in totale conflitto con le esigenze ambientali e di salute pubblica . Abbiamo evidenziato il conflitto di interessi tra la classe politica e l'imprenditoria del mattone, attraverso la mozione "Fuori Tutti" , con la quale , tra le altre cose chiedevamo che :

"Il Sindaco e la Giunta si impegnino ad escludere dalla partecipazione ai lavori del Consiglio ed alle votazioni dei punti riguardanti il PGT, i Consiglieri comunali, membri di giunta, tecnici incaricati dipendenti o liberi professionisti che: abbiano ricevuto finanziamenti elettorali da società o privati, proprietari di terreni; siano interessati da modifiche di destinazione d'uso o titolari di diritti edificatori derivanti dall'approvazione del PGT, o che in qualsiasi misura traggano beneficio economico diretto."

Abbiamo semplicemente richiesto cose normali , poiché la politica oggi ha perso credibilità anche per questo , per il dubbio che non sia sopra le parti . Come tutta risposta, abbiamo avuto il voto contrario della maggioranza. Inoltre, con una delibera è stata imposta la riduzione dei tempi di discussione , un chiaro segno di indisposizione alla discussione stessa, lasciandoci 10 giorni perscrivere gli emendamenti . Non ci siamo arresi ed abbiamo passato due settimane di fuoco in aula a presentare centinaia di emendamenti per fermare la colata di cemento . Tra le fila della maggioranza non c'è stato nessun gesto critico o voto favorevole ai nostri emedamenti . Il PGT , come saprete, è stato approvato , ma noi non ci siamo risparmiati , abbiamo fatto davvero il possibile e lottato fino alla fine .

Attraverso le nostre interrogazioni abbiamo messo alla luce tematiche prioritarie di salute pubblica. Prendendo in considerazione che la VAS (Valutazione Ambientale Strategica, formulata in via preliminare alla redazione del PGT ) ha rilevato un tasso di CO2, PM10 , CH4 , NOX e CO elevatissimo ( più del doppio dei valori provinciali), abbiamo richiesto di conoscere: il transito di auto effettivo sul nostro suolo; se l'Amministrazione comunale avesse condotto uno studio sul maggiore impatto sulla salute pubblica degli inquinanti causato dai previsti 5.164 nuovi abitanti teorici del PGT ; se vi fosse uno studio sui danni che tali inquinanti recano ai cittadini e se fosse mai stato fatto uno studio sulle patologie e le morti legate all'inquinamento atmosferico . Abbiamo messo sotto gli occhi di tutti il fatto che esiste una sola centralina di vecchia data per il rilevamento degli inquinanti , e che questa rileva solo due componenti : biossido di azoto e monossido di carbonio. Abbiamo chiesto la motivazione di tali lacune in uno degli ambiti prioritari di un' amministrazione, garantire la salute dei cittadini mettendo in sicurezza l'ambiente in cui essi vivono. Sempre nell'ambito della tutela della salute, abbiamo agito denunciando la presenza di amianto in diverse scuole elementari, materne e superiori . Inoltre, abbiamo iniziato ad introdurre l'argomento teleriscaldamento SMEC , che approfondiremo prossimamente . Sempre in ambito di diritto alla salute abbiamo posto un'interrogazione sulla possibilità di istituire una commissione per valutare l'interramento degli elettrodotti nocivi alla salute e della costruzione di barriere sonore e anti inquinamento da idrocarburi fossili , lungo il triangolo viario costituito dalle tre grandi vie di comunicazione che circondano (e ormai recingono) Cinisello Balsamo: A4, A52 e Viale Fulvio Testi.

E' stata posta la tematica dell'emergenza abitativa per coloro i quali versano in condizioni economiche precarie , richiedendo se il Comune abbia un piano abitativo per tali categorie , partendo dal presupposto che la città presenta 1.673 alloggi sfitti ( e vogliono costruire per altri 5.000-8.000 abitanti ?! ) e si potrebbero attuare delle politiche volte a render utili tali spazi inutilizzati.

Ci siamo interessati alla tutela degli animali , alla gestione degli asili, alle coppie di fatto, ai problemi economici legati al consorzio bibliotecario ed abbiamo espresso critiche riguardo a spese eccessive nell'assestamento di bilancio previsionale del 2013. Ad oggi, stiamo richiedendo la presidenza della commissione controllo e garanzia , volta a controllare l'amministrazione comunale e le realtà connesse ad essa .

Il voto per il MoVimento richiede partecipazione: quindi venite e lavorate con noi! Sarete tutti benvenuti , ognuno darà quel che potrà e l'unione di ogni singola capacità ci farà vincere, restituendo la città ai suoi Cittadini.

 

Davide Mazzella