Oltre

Il primo dicembre 2013, nella stupenda e ventilata Piazza della Vittoria a Genova, si è svolto il terzo V-Day.

Carovane di semplici cittadini, provenienti da tutta Italia, si sono date appuntamento per conoscersi, scambiare esperienze, opinioni e strette di mano, in una giornata stupenda, in un clima di festa e di tranquillità assoluta: si dice che fossimo 100.000 cittadini ma, quello che possiamo affermare con sicurezza (data la presenza del nostro gruppo cittadino),è che non erano presenti più di 4 camionette delle forze dell' ordine! Un esempio tangibile di responsabilità e di maturità, da parte di una moltitudine di persone, accomunate da un solo obiettivo: quello cambiare questo stupendo paese che è l'Italia, la nostra Italia.

Scambiare parole con i nostri ragazzi del parlamento, del Senato e delle Regioni; dialogare tranquillamente con Morra, Di Battista, De Rosa, Taverna, Carinelli, Giarrusso, Crimi, Di Maio, Fico, Buffagni, Carcano e molti altri ancora, senza cordoni di guardaspalle che creano una distanza inesistente tra cittadini e cittadini; persone semplici, sedute per terra o su un muretto, armate di voce e di volontà, che provano e riescono a creare quello che tutti vorremmo: un contatto diretto con i nostri portavoce e non con qualcuno di inarrivabile. Una cosa meravigliosa...

Il terzo V-Day aveva come parola chiave un semplice "OLTRE". Ma che cosa vuol dire oltre? Cosa rappresenta?

Ognuno può dare un significato personale a tale parola, pensare e creare nella propria mente un percorso logico e razionale per dare un significato ad una parola relativamente semplice ma che, nella realtà, così semplice non è...

Cosa vuol dire secondo te "OLTRE"? Questa domanda è stata posta, domenica primo dicembre, a tutte le persone intervistate tra la folla e agli ospiti sul palco.

Stessa cosa abbiamo fatto noi a Cinisello Balsamo, chiedendo a più persone possibili di dare un significato a tale parola; di seguito, alcune delle risposte ottenute.

"OLTRE, secondo me, vuol dire guardare più avanti, lasciar perdere il presente e guardare al futuro."

(Roberto D., Nova Milanese)

" OLTRE vuol dire che li abbiamo annientati, sono con le spalle al muro e dobbiamo iniziare a lavorare per il futuro che vorremmo." (Angela P., Cinisello Balsamo)

"OLTRE vuol dire guardare al di là di ogni pregiudizio, vuol dire cercare di guardare oltre le apparenze, per vedere ciò che all'occhio sfugge.

 

M.P.