PREMESSA

In un momento nel quale la crisi economica ha colpito duramente le famiglie, creando disagi e

sofferenza, emerge prima di tutto la necessità di rivedere drasticamente il modo con cui si

Amministra la nostra Città.

E’ finito il tempo degli sprechi, degli interessi personali, delle grandi Opere utili a nessuno, è giunto

il momento di applicare alla “macchina burocratica” regole semplici e un sistema di gestione

efficiente ed efficace.

Sarà necessario nei prossimi anni affrontare al meglio la crisi economico-finanziaria senza regredire

nel livello sia qualitativo che quantitativo dei servizi pubblici. Bisognerà portare nella nostra Città

una mentalità diversa, un nuovo modo di agire e di operare che mette al centro il cittadino, che

punta prima di tutto ad una città positiva, vivibile, che pensa al tessuto economico, al miglioramento

di quelle strutture quali Scuole, Asili, Ospedali, che punta alle infrastrutture e ad una viabilità più

efficiente, che pensa al sociale ma punta anche allo sviluppo della rete imprenditoriale.

Da queste riflessioni è nata la nostra volontà di favorire il cambiamento partendo dai cittadini, siano

essi giovani o anziani, famiglie o single, dalle persone che vivono quotidianamente i problemi di

Cinisello Balsamo.

Una scelta difficile, ma non impossibile. Vogliamo proporre alla città un diverso metodo di

amministrare il bene pubblico, senza connivenze, in modo trasparente, aprendo la porta del

confronto e della collaborazione a tutti, adottando il principio del buon senso nell’affrontare le

questioni sociali, urbanistiche, e culturali di Cinisello Balsamo.

Vogliamo che Cinisello Balsamo diventi la Città che desideriamo da tempo, una Città moderna,

solidale, sicura, rispettosa dell’ambiente, capace di sostenere lo sviluppo economico e sociale dei

propri cittadini. E’ un chiaro segnale che lanciamo a tutti coloro, che vorranno dare il proprio

contributo concreto sulla base di un serio programma amministrativo.

I PUNTI DEL PROGRAMMA

Molte sono le cose da fare, perché molto è stato trascurato negli ultimi decenni.

La mancanza di un “Progetto Città”, l’assenza di “Regole chiare e uguali per tutti”, l’abuso e

l’arroganza di chi si sente “forte e al di sopra delle regole”, l’ottusità di chi “non vuole ascoltare”

hanno ridotto la nostra Città nello stato in cui si trova, con ferite evidenti e ancora aperte.

Ferite che, a causa della loro gravità hanno intaccato tutti i livelli della nostra comunità partendo dal

degrado urbano che inevitabilmente ha creato scompensi sull’economia locale e che ha portato

disagi economici alle famiglie.

In questi mesi, dalla nascita della Lista Civica, il nostro intento è stato quello di mettere sempre il

Cittadino al centro dell’attenzione, abbiamo ascoltato le persone, le abbiamo coinvolte, abbiamo

voluto responsabilizzarle, chiedendo loro una partecipazione attiva e non solo il loro consenso.

Questo programma è il primo risultato di questo lavoro di squadra, è stato il frutto del lavoro di

molte persone, che hanno portato contributo, si sono confrontate con gli altri, hanno sostenuto la

propria tesi e alla fine, dopo molti incontri, hanno identificato 13 punti che riteniamo fondamentali

per cercare di “chiudere qualche ferita” e far ripartire la nostra Città.

Il programma di governo di seguito riportato è stato condiviso e sostenuto dai movimenti politici

collegati alla lista civica “ ”.

P r o g r a m m a d i g o v e r n o Pagina 3

PARTECIPAZIONE ALLA VITA DEMOCRATICA – ETICA DELLA POLITICA

La Lista Civica   nasce e si identifica non già come partito politico ma come un

insieme di cittadini che si vogliono impegnare, ognuno con il proprio bagaglio di esperienza

professionale e di vita, per migliorare le condizioni di una città che sembra abbandonata al suo

destino. La partecipazione attiva alla vita politica cittadina è nel DNA di questo movimento che si

prefigge di portare le istanze del cittadino, attraverso la sua diretta partecipazione all'individuazione

dei bisogni, all’attenzione di chi governa la città. Pertanto il dialogo permanente e continuo con i

cittadini sarà il nostro impegno prioritario. Solo con il dialogo e, soprattutto, attraverso l'ascolto dei

problemi della comunità sarà possibile affrontare ogni situazione al meglio offrendo quei servizi e

quelle risposte che il cittadino esige e merita.

I principi etici che ispirano il nostro movimento sono quelli della trasparenza, onestà e correttezza

che rappresentano le linee guida di una macchina amministrativa efficace e efficiente.

E' nostra ferma intenzione proporre ed adottare un codice etico che vincoli a principi e regole

definite il lavoro dei rappresentanti politici e di tutti coloro che ricoprono cariche elettive e di

governo della città. Tale codice di comportamento dovrà poi essere esteso anche a dirigenti e

dipendenti comunali.

SANITA', SERVIZI ALLA PERSONA, RUOLO DEL VOLONTARIATO.

La nostra città è parte dell’ASL di Milano mentre il nosocomio cittadino, l’Ospedale Bassini, è

entrato a far parte dell’Azienda Ospedaliera ICP con l’Ospedale di Sesto San Giovanni CTO e

Ospedale Buzzi. Uno scenario da monitorare con grande attenzione al fine di promuovere azioni

nell’interesse della salute dei cittadini.

Andranno attentamente analizzate le risorse disponibili e dovrà essere proposto un nuovo modo di

affrontare i problemi verificando la scala delle priorità.

La promozione della salute, con il fine di combattere le malattie croniche non trasmissibili quali

l'errata alimentazione, l'abuso di alcool, il tabagismo è un obiettivo fondamentale. A questo scopo è

essenziale il coinvolgimento delle associazioni di volontariato che, attraverso le loro strutture e con

il coordinamento dell'amministrazione comunale, possono sensibilizzare i cittadini nei corretti

comportamenti di prevenzione, migliorando inoltre l'accesso ai servizi assistenziali.

Gli enti assistenziali rivestono una fondamentale importanza nel sostegno ai portatori di handicap e

alle loro famiglie. Il potenziamento dei servizi domiciliari, gli incontri formativi per le famiglie e la

prospettiva di una migliore qualità della vita, anche attraverso interventi strutturali sul territorio,

favoriscono l'inserimento delle persone diversamente abili per la piena partecipazione alla società.

Per poter ottimizzare le risorse, umane ed economiche, dovrà essere potenziata la gestione da parte

dei Servizi Sociali comunali che raccolgano i bisogni dei cittadini e coordinino gli interventi delle

associazioni di volontariato, garantendo in questo modo tempestività e competenza.

Infine, è strategico occuparsi delle nuove dipendenze, non riconosciute dal sistema sanitario

nazionale, come il “gioco d’azzardo” che oscilla tra il sociale e il patologico. La dipendenza del

gioco d’azzardo per i risvolti, spesso, preoccupanti e catastrofici, ci consente di definirla come un

nuovo bisogno a cui porre la dovuta attenzione.

Verrà istituita una commissione consiliare specifica che, dopo un'analisi attenta della situazione

attuale, proporrà soluzioni ed iniziative.

P r o g r a m m a d i g o v e r n o Pagina 4

FAMIGLIA

L'istituzione famigliare è il pilastro su cui si fondano le comunità locali, il sistema educativo, il

benessere sociale ed economico ed il contenimento delle forme di bisogno legate alle fasi della vita

stessa. Si riconosce alla famiglia il ruolo insostituibile di primo ammortizzatore sociale. La famiglia

svolge infatti funzioni di natura sociale, di protezione, di cura, contribuendo così allo sviluppo e al

benessere di ciascuno dei propri componenti. E' una risorsa fondamentale per la comunità stessa,

perché riesce ad attivare al proprio interno una solidarietà fra generazioni.

Il sistema dei servizi sociali deve rivolgere la sua attenzione al nucleo famigliare e al sostegno delle

responsabilità pur tenendo conto dell'evoluzione della famiglia che si presenta oggi in diverse

tipologie. Attraverso iniziative atte a promuovere la valorizzazione della stessa, l'Amministrazione

Comunale si impegna per:

Il potenziamento di attività di sostegno psicologico e consulenza alle famiglie in difficoltà

(incremento del numero dei consultori e distretti socio-sanitari).

L’istituzione del servizio di mediazione famigliare pubblico e gratuito per contenere la

conflittualità.

L’istituzione di facilitazioni vincolate da parametri reddituali famigliari per l'accesso ai

servizi pubblici locali.

Il Supporto alle famiglie adottive durante il periodo pre e post adozione, monitorando le fasi

più delicate dell'inserimento dei bambini nelle istituzioni scolastiche.

L’ introduzione di iniziative che riconoscono il valore della vita.

Il Potenziamento del servizio degli asili nido, in termini di quantità degli spazi e degli orari

offerti anche attraverso la collaborazione con il privato ed in particolare con le aziende.

Sostegno economico per un periodo di tempo pari a sei mesi per i cittadini con effettivo

rischio di povertà grave.

Contributo di solidarietà a sostegno della natalità come già previsto in altri comuni.

Assistenza fiscale gratuita ai pensionati con redditi minimi.

Modifica parametri ISEE a vantaggio dei padri separati, progetto casa famiglia.

GIOVANI

I giovani necessitano oggi più che mai di ricostruire un patrimonio di valori certi, che determinate

tensioni sociali mettono continuamente a rischio e di un rafforzamento della propria identità

culturale. In questo contesto, in collaborazione con i vari livelli istituzionali, il comune può

strutturare un adeguato programma di tutela della fascia giovanile, teso a promuovere:

L’analisi delle problematiche, dei bisogni, delle aspettative e delle tendenze dei giovani

anche tramite la costituzione di un Osservatorio permanente sulla condizione giovanile;

Gli interventi per l'inserimento sociale e la partecipazione dei giovani;

La prevenzione dei percorsi della devianza giovanile e dei processi di emarginazione;

Lo sviluppo delle varie forme di aggregazione dell'associazionismo e della cooperazione

giovanile;

L’azione di confronto sulle tematiche giovanili, sulla metodologia e sperimentazione degli 

P r o g r a m m a d i g o v e r n o Pagina 5

interventi;

Le politiche volte al sostegno ed allo sviluppo dell'identità dei giovani sul piano socioculturale

e della partecipazione attiva ai programmi Comunitari di mobilità e formazione,

favorendo e sostenendo l'aggregazione giovanile.

E' necessario favorire la creazione di locali pubblici per l'aggregazione giovanile per evitare che i

ragazzi siano costretti ad uscire dal territorio.

Il programma estivo, non deve limitarsi al cinema nel parco, che rappresenta comunque un

appuntamento classico dell'estate cinisellese, ma deve prevedere concerti e spettacoli che

favoriscano gli artisti giovani ed emergenti.

ANZIANI

L'incremento delle aspettative di vita della popolazione hanno una forte ricaduta sulla strutturazione

dei servizi sociali, risulta quindi necessario ed urgente incrementare l'attenzione alle esigenze della

cittadinanza anziana in termini di assistenza e di supporto specifico, ma anche in materia di

iniziative mirate di tipo culturale e sociale.

In quest'ottica gli ambiti di maggior impegno risultano:

l'incremento delle iniziative tese alla valorizzazione e al sostegno della persona anziana nel

proprio contesto famigliare e nel tessuto sociale, come soggetto rilevante per la società.

(collaborazione per iniziative di tipo culturale e sociale, convenzioni speciali al fine di

sviluppare progetti che favoriscano il contatto tra diverse generazioni).

La creazione di uno “sportello amico” che dia assistenza agli anziani per lo svolgimento

delle pratiche burocratiche (pagamenti da effettuare, compilazione moduli, assistenza per

domande “on-line”, consigli contro le truffe ecc.).

La collaborazione con le scuole per il coinvolgimento degli anziani in laboratori didattici,

piccola manutenzione, assistenza agli ingressi.

L'istituzione di supporti per i nuclei famigliari al fine di favorire il mantenimento della

persona anziana al proprio domicilio, evitando il più possibile il ricorso

all'istituzionalizzazione.

Una sempre maggiore promozione in collaborazione con le ASL e associazioni di

volontariato, dell'assistenza domiciliare integrata delle prestazioni socio-assistenziali e

sanitarie erogate a domicilio a favore di anziani parzialmente autosufficienti o non

autosufficienti.

L'istituzione di un servizio di mensa con consegna pasti a domicilio a prezzi vantaggiosi

utilizzando il centro cottura delle mense scolastiche presente sul territorio.

Voucher di sostegno economico per l’assunzione di personale Badante in famiglie o singoli

cittadini.

SPORT E TEMPO LIBERO

Lo sport è diventato sempre più un fenomeno culturale e sociale dalle notevoli proporzioni ed

incidenze; lo sport deve sempre essere affiancato alla cultura poiché esprime una manifestazione di

comportamenti e di valori collegati ad una attività umana imprescindibile, quella motoria,

caratterizzata dal gioco, dalla competizione e dalla regola. Praticare cultura sportiva significa allora

proporre ed attuare più modelli culturali e sportivi in cui la persona è sempre in primo piano e lo

sport, con le sue dimensioni di movimento, di gioco, di competizione e di regole contribuisce alla 

P r o g r a m m a d i g o v e r n o Pagina 6

crescita umana.

In città sono presenti ed attive 42 società sportive che operano a livello dilettantistico e che

ricoprono le più svariate discipline: calcio, atletica, pallacanestro, pallavolo, nuoto, pugilato, arti

marziali, scherma, ginnastica, pattinaggio solo per citarne alcune.

Se la situazione dell'offerta di pratica sportiva è ampia e ben distribuita, così non si può dire degli

impianti a disposizione: la carenza di spazi adeguati, di palestre e campi da gioco che possano

essere omologati quali campi di gara per le compagini cinisellesi è dir poco grave.

Ad acuire questa situazione si aggiunge la chiusura della struttura dell'Istituto Peano (di proprietà

della Provincia) che pur con tutte le lacune strutturali garantiva uno spazio per alcune società

cittadine.

In questo contesto si rende necessario un importante investimento quale la creazione di una

“cittadella dello sport”; Questa struttura, o per meglio dire, questo raggruppamento di strutture,

dovrà comprendere piscina, palazzetto dello sport e altre palestre per permettere di sostenere

l'offerta dell'attività sportiva.

La copertura finanziaria per un intervento di tale portata potrà essere trovata solo grazie

all'intervento di operatori privati che possa investire in collaborazione con il comune e poi gestire

gli impianti garantendo comunque la priorità d'uso alle società sportive del territorio.

CULTURA SCUOLA E UNIVERSITA'

Istruzione e formazione rappresentano il luogo, per eccellenza, dove si formano le menti che

consentono alla nostra città di crescere sotto tutti i profili.

Il Comune deve continuare ad essere sostegno indispensabile per fornire alle scuole tutti quei

sussidi che consentono loro di funzionare al meglio.

La scuola è ritenuta il luogo privilegiato in cui i primi segnali di disagio si manifestano in modo

chiaro e visibile: sia per il tempo che l'alunno vi trascorre, si per le relazioni che vi si creano, sia per

la presenza di compiti di crescita e di apprendimento che si incrociano con gli aspetti evolutivi.

La scuola, come agenzia educativa, deve essere attenta a promuovere il benessere tra gli studenti

che costituiscono il futuro della nostra città; per questo motivo dobbiamo offrire alle istituzioni

scolastiche punti di riferimento chiari ed efficaci per prevenire qualsiasi forma di disagio. L'idea di

costituire un'agenzia per il disagio in ambito cittadino alla quale la scuola possa rivolgersi in base ai

bisogni della propria utenza, ha lo scopo di migliorare il grado di coordinamento delle attività

svolte nelle scuole. Questo servizio può rappresentare un importante filtro verso eventuali servizi

specialistici anche a supporto delle famiglie.

E' necessario integrare e potenziare il Piano dell'Offerta formativa attraverso progetti patrocinati

dall'amministrazione comunale tramite l'utilizzo di fondi specifici.

La scuola deve inoltre offrire una maggiore attenzione all'integrazione di alunni portatori di

handicap attraverso interventi mirati di assistenza e sostegno e con strutture adeguate.

Al fine di ovviare il rischio dell'abbandono scolastico, occorre promuovere progetti finalizzati alla

motivazione degli studenti della scuola secondaria di primo grado per il passaggio al successivo

ordine.

Questa amministrazione si impegna quindi a fornire una scuola attenta e vicina ai propri ragazzi e

alle loro famiglie. In quest’ottica è essenziale garantire, per quanto riguarda la scuola primaria, il

servizio che l’utenza richiede in termini di tempo scuola. Attualmente vengono offerte dagli istituti

cittadini gli orari cosiddetti “a tempo pieno ” (40 ore settimanali) con l’eccezione della “Parco dei

fiori” che offre un tempo scuola “a modulo” di 27 ore settimanali. Poiché traspare una richiesta di 

P r o g r a m m a d i g o v e r n o Pagina 7

ambedue le offerte è necessario poter continuare a garantirle e pertanto questa amministrazione si

impegna a fermare la paventata chiusura della “Parco dei Fiori” proponendo invece tutti gli

interventi necessari per renderla più funzionale.

Considerando quali primi indicatori di efficacia degli investimenti, la sicurezza delle strutture

scolastiche, la loro adeguatezza alle esigenze didattiche e l'accessibilità per gli studenti, gli

investimenti nell'edilizia scolastica saranno mirati ad una manutenzione degli edifici scolastici e

degli spazi verdi limitrofi. Particolare attenzione sarà riservata alle nuove tecnologie, ai laboratori

didattici, agli arredi e alle strutture per la pratica sportiva.

Sarà cura di questa amministrazione incentivare, sostenendo ed aiutando le scuole e le università in

progetti di scambio culturale linguistico e formativo con l'estero anche attraverso la creazione di

convenzioni fra scuole ed università del territorio ed istituti scolastici e università esteri ed

utilizzando i fondi dell'Unione Europea a disposizione.

Ci prenderemo cura di potenziare progetti, seminari e stage che possano avvicinare gli studenti degli

istituti tecnici, professionali e dei licei al mondo del lavoro.

Occorre individuare dei punti di riferimento per le famiglie che forniscano servizi di doposcuola ed

attività ludiche: oltre agli oratori cittadini che svolgono un importantissimo lavoro di supporto su

queste tematiche, e quindi vanno fattivamente sostenuti, sono da incentivare le associazioni che si

occupano dello studio assistito che possono fornire una continuità nella collaborazione con le varie

agenzie educative.

E' importante garantire l'organizzazione ed il funzionamento qualitativo dei servizi legati all'extrascuola

e dei centri estivi per l'intero periodo di sospensione scolastica insieme alla continuità nella

collaborazione con gli oratori per l'organizzazione delle attività di ricreazione estive.

E' importante considerare la cultura non come un costo ma un vero investimento per

l'amministrazione comunale; si partirà dalla constatazione che l'identità culturale e storica dal nostro

popolo è un bene primario da valorizzare attraverso una vasta tipologia di interventi.

Saranno sponsorizzate tutte le iniziative e le feste popolari in grado di aumentare la vivibilità della

nostra città e la socializzazione dei cittadini. Si cercherà di incentivare maggiormente l'attività

culturale tra i giovani e presteremo particolare attenzione nei confronti degli artisti locali. Cureremo

la ristrutturazione e il rilancio del cinema Marconi per promuovere attività cinematografiche,

iniziative culturali e musicali, di teatro realizzate da compagnie amatoriali e aspiranti registi,

coinvolgendo in primo luogo gli studenti del territorio.

Dovremo rivalutare, valorizzare, pubblicizzare al meglio i nostri edifici e luoghi storici,

sostenendoli con percorsi guidati.

Verrà incentivato l'artigianato locale, tramite manifestazioni come mercatini, fiere e serate dedicate

distribuiti in tutte le zone della città senza tralasciare le periferie.

COMMERCIO LAVORO IMPRESE E OCCUPAZIONE

La fase congiunturale recessiva dell'economia nazionale ed internazionale si ripercuote

pesantemente sulla realtà locale e impone all'amministrazione comunale degli interventi atti a

favorire la ripresa della realtà economica locale. Cinisello Balsamo è sempre stata parte attiva nel

tessuto economico della Lombardia, motore trainante dell'economia nazionale. Nell'era della

deindustrializzazione le amministrazioni passate non hanno saputo dare quelle risposte che il

territorio richiedeva preferendo puntare su scelte discutibili, quale la proliferazione dei grandi centri

commerciali anziché puntare sulla valorizzazione del centro cittadino e sul commercio di vicinato.

La pressione fiscale, anche a livello comunale ha raggiunto tali livelli che le aziende, soprattutto in 

P r o g r a m m a d i g o v e r n o Pagina 8

un momento di crisi come l'attuale, preferiscono abbandonare il nostro territorio.

La nostra amministrazione attuerà tutte quelle misure che sono necessarie per dare nuovo impulso

vita economica e commerciale cittadina.

In materia fiscale abbatteremo le addizionali di IMU e IRPEF sia per incentivare le aziende

produttive a stabilirsi e rimanere sul territorio che per sostenere le piccole realtà commerciali che,

oltre ai problemi appena accennati, hanno dovuto subire anni di lavori stradali che ne hanno minato

l'esistenza.

Verranno utilizzate tutte le leve fiscali a disposizione dell'amministrazione comunale per favorire le

imprese che si stabiliscono sul territorio e che assumono personale: insedieremo una apposita

commissione per trovare soluzioni su misura per le aziende di Cinisello.

Per favorire il commercio di vicinato saranno studiate ed adottate tutte le iniziative per incrementare

la potenzialità dei punti vendita, in collaborazione con le associazioni di categoria come ad esempio

Aperture straordinarie degli esercizi commerciali in orari serali o festivi in concomitanza

con iniziative particolari quali musica dal vivo, animazione ecc.

mercatini a tema

serate a tema nei quartieri cittadini.

Il livello occupazionale dovrà essere mantenuto ed incrementato attraverso azioni di sostegno

agendo sulla leva della fiscalità locali e di servizi offerti alle aziende. L'uso oculato dei fondi a

disposizione del Comune garantirà le risorse necessarie come verrà meglio illustrato nella sezione

dedicata al bilancio e alle risorse finanziarie.

Dovrà essere inoltre dato impulso a quelle aziende che producono innovazione tecnologica, anche in

collaborazione con l'Università di Milano Bicocca che ha una sede presso Villa Forno, e a quelle che

investono nella cosiddetta “green economy” che possono rappresentare un punto di partenza per il

rilancio dell'economia cittadina.

Occorre inoltre snellire e semplificare il più possibile la burocrazia riguardante gli insediamenti e le

attività delle imprese che, oltre a rappresentare un ostacolo alle aziende, è sicuramente un costo

inutile per la finanza comunale. Bisogna, inoltre, facilitare i processi di efficentamento energetico

attraverso l'istituzione di uno sportello dedicato.

SICUREZZA

Tra i nostri obiettivi prioritari c'è una sempre maggiore tutela del cittadino all'insegna della

sicurezza per una migliore vivibilità del territorio. I cittadini devono poter essere sicuri, soprattutto

nel luogo dove hanno scelto di vivere con la propria famiglia.

A questo proposito l'amministrazione comunale programmerà alcuni interventi che devono

necessariamente partire dal potenziamento dell'organico della polizia locale per garantire un servizio

di maggior presenza sul territorio. Sarà quindi necessario porre particolare attenzione a:

Una sempre più stretta collaborazione tra la Polizia Locale e le altre forze dell'ordine nel

pieno rispetto delle prerogative di ognuna di esse.

Dotare la Polizia Locale di tutti gli strumenti atti a garantire la sicurezza sia dei cittadini che

degli stessi agenti che operano sul territorio e sono esposti personalmente. Le

apparecchiature radio dovranno essere dotate di un tasto emergenza in collegamento con la

centrale operativa.

Un sistema di videosorveglianza nelle aree più a rischio e nelle zone “sensibili” quali 

P r o g r a m m a d i g o v e r n o Pagina 9

giardini pubblici, scuole, oratori e piazze.

Garantire una migliore illuminazione pubblica in particolare in alcune vie buie e nelle zone

periferiche.

Inasprimento delle sanzioni in caso di atti vandalici su arredi pubblici, muri privati e

attrezzature (panchine, giochi per bambini, fontane ecc.).

Campagne di sensibilizzazione dei cittadini sul tema della sicurezza.

Salvaguardare gli attraversamenti pedonali davanti agli istituti scolastici, anche con il

supporto del volontariato (nonni amici).

La sicurezza stradale deve essere garantita, da una parte con una corretta manutenzione della

rete viaria cittadina e nelle strade particolarmente utilizzate dai pedoni con la creazione delle

zone con limite di velocità per i veicoli fissato a 30 Km/h.

AMBIENTE E SOSTENIBILITA'

La qualità della vita è strettamente correlata alla qualità dell'ambiente nel quale una comunità vive:

per questa ragione la Lista Civica   ritiene prioritario dedicare una maggiore attenzione

alle tematiche ambientali ed in particolare:

Igiene ambientale: potenziare sempre più la raccolta differenziata dei rifiuti attraverso

campagne di educazione ed informazione rivolte agli studenti ed ai loro familiari nonché alla

cittadinanza.

E' importante la raccolta differenziata del vetro bianco che può garantire risorse finanziarie

alla città.

Recupero dei rifiuti abbandonati abusivamente sul territorio

La gestione del verde pubblico e dei parchi cittadini merita un capitolo a se. La corretta gestione dei

parchi, la loro manutenzione e la sicurezza in essi garantita permettono alla cittadinanza di sfruttare

le potenzialità di questi polmoni verdi. Se il Parco Nord è una realtà ben radicata ed utilizzata dai

cittadini, e curata dall'ente Parco, lo stesso non si può dire del Parco del Grugnotorto che, pur

essendo potenzialmente molto interessante, sembra abbandonato a se stesso ed anzi troppo spesso

oggetto di tentativi di speculazione. Occorre pertanto intervenire per rivalutare il Parco con una più

attenta cura delle aree verdi, l'installazione di attrezzature sportive (campi da pallacanestro,

pallavolo, campi da calcio ecc.) giochi per i più piccoli che possano riportare i cittadini nel parco. E'

necessario inoltre creare aree per il libero gioco dei cani, questo non solo nel Parco ma anche nelle

altre aree verdi cittadine. Per contro è necessario attuare una campagna di sensibilizzazione verso i

detentori di animali affinché non lascino sui marciapiedi (ma anche nei giardini) le eiezioni dei loro

animali. Bisognerà posizionare distributori di sacchetti igienici e cestini di raccolta.

Nei giardini pubblici cittadini è necessaria una manutenzione attenta delle zone attrezzate con

giochi per i bambini e panchine che devono essere sempre mantenute efficienti sia per una questione

di decoro ma, soprattutto, per una questione di sicurezza per i piccoli e grandi utenti.

Un'altra priorità che abbiamo individuato è il controllo della qualità dell'aria- La nostra città, posta

nella più grande area urbana italiana (si deve tenere presente che Cinisello Balsamo è incastonata tra

Milano e i comuni della prima e della seconda cintura), non può certo godere di aria salubre ma, con

i giusti interventi è possibile, migliorare la situazione. Occorre dunque mettere in atto le seguenti

strategie:

Migliorare la viabilità cittadina che negli ultimi anni è stata stravolta con il risultato di un

peggioramento del traffico ed un allungo delle percorrenze per spostarsi in città (questo 

P r o g r a m m a d i g o v e r n o Pagina 10

argomento verrà meglio sviluppato nella sessione dedicata a Viabilità e Trasporti Locali)

Attuare una campagna di informazione ai cittadini sull'utilizzo degli impianti di

riscaldamento e sostegno, attraverso la convenzione con istituti di credito, alla popolazione

per l'ammodernamento degli impianti spesso troppo inquinanti.

Sostegno all'installazione di impianti di riscaldamento e di produzione di energia elettrica

basati su fonti rinnovabili quali gli impianti fotovoltaici o fototermici.

Incentivo all'uso dei cicli con la costruzione, ove possibile, di piste ciclabili e messa in

sicurezza dell'unica esistente con la creazione di un cordolo.

Contrastare la cementificazione selvaggia.

MODIFICA DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

L’obbiettivo di un buon governo del territorio è quello di contenere il progressivo ed eccessivo

consumo di suolo mentre piani attuativi in essere che riportano un superficie di nuove edificazioni

di circa 300.000,00 mq vanno nella direzione opposta. Gli interventi proposti da questa

amministrazione vanno invece verso una cementificazione selvaggia e, allo stato attuale inutile, in

quanto la saturazione del mercato immobiliare, sia nel comparto abitativo che in quello

commerciale, non richiede nuove costruzioni che sarebbero destinate a rimanere inutilizzate.

Le nostre proposte si riassumono in alcuni punti fondamentali:

Blocco delle nuove costruzioni.

Blocco dei progetti di nuovi centri commerciali, stante anche il fatto che la nostra città e le

zone limitrofe sono già ad alta concentrazione di centri commerciali e megastore

specialistici.

Riqualificazione dell'arredo urbano sia nel centro cittadino che, con ancora maggiore

urgenza, nelle periferie.

Riallacciamento dei quartieri periferici al cuore della città attraverso collegamenti stradali e

pedonali (si veda anche il capitolo viabilità)

Effettuazione di un censimento delle barriere architettoniche e conseguente realizzazione di

programmi a verifica annuale per la loro rimozione.

Riqualificazione di piazza Gramsci

VIABILITA' TRASPORTI LOCALI

Nel processo di trasformazione del centro cittadino e con i lavori di costruzione della metrotramvia

è stata completamente sconvolta la viabilità comunale con l'istituzione di un sistema di sensi unici

che spesso appaiono senza criterio con il discutibile risultato di veder aumentati i tempi di

percorrenza e le distanze effettivamente percorse per spostarsi da un punto all'altro della città. Come

se ciò non bastasse, il traffico è risultato più congestionato, con tutte le conseguenze che ne

comporta. Altro grosso problema sono stati i lavori sulla Statale 36 che hanno tagliato in due la città

lasciando alcune aree periferiche, già in precedenza disagiate dalla vicinanza a questa grande arteria,

completamente tagliate fuori dal tessuto cittadino. A questo proposito è prioritario realizzare un

sottopasso tra le vie Ferri-Partigiani che possa fare defluire il traffico da e verso il centro cittadino,

con un passaggio pedonale.

E' altresì da risolvere il problema del traffico in orario mattutino sulla direttrice Lincoln/Stalingrado

che è costantemente congestionato anche perché il sistema semaforico di via Lincoln e quello di

Crocetta non sono sincronizzati e contribuiscono a creare le code.

Occorre perciò mettere mano immediatamente alla viabilità cittadina, ripensando al sistema dei

sensi unici e cercando di riallacciare il cordone con le aree periferiche. 

P r o g r a m m a d i g o v e r n o Pagina 11

Mentre sulla direttrice Nord/Sud (da S. Eusebio verso Milano e Sesto S. Giovanni) transitano molte

linee che fanno praticamente il medesimo percorso (Linee 728/729/727 ATM e linee Z225/Z227

Brianza trasporti verso Sesto e Linea 31 Verso Milano) vi sono aree urbane che non sono coperte dal

servizio dei trasporti pubblici. E' prioritario ripristinare le linee circolari interne destra e sinistra per

rendere più agevole il raggiungimento dei luoghi di interesse pubblico della città (come mercati

rionali, cimiteri, ospedale ecc.) soprattutto da quei quartieri che sono stati penalizzati dai grandi

lavori di cui si è accennato. In particolare il quartiere Robecco è attualmente senza collegamento sia

con il centro cittadino che con Sesto S.Giovanni e Monza. Bisogna sensibilizzare le società che

gestiscono le Autolinee (ATM e Brianza Trasporti) in modo da ottenere i necessari collegamenti.

Inoltre va incrementato il numero di corse della linea 728 da e per la stazione Centrale: mentre fino

a qualche anno fa tutte le corse di tale linea erano dirette alla stazione Centrale, da quando è in

funzione la metrotramvia, con l'eccezione di alcune corse la mattina presto, la linea ha il capolinea a

Milano Bicocca, con notevole disagio dei cittadini che per recarsi in zona stazione Centrale devono

prendere almeno 3 mezzi.

E' necessario inoltre stabilire una convenzione con l' ATM per includere Cinisello Balsamo nell'area

di tariffa urbana milanese, cosa che comporterebbe un grosso risparmio ed un incentivo all'uso dei

mezzi pubblici da parte di tutti i nostri concittadini che si recano giornalmente a Milano per lavoro.

Per quanto riguarda la linea 31, la cui percorrenza è stata dimezzata dall'avvento della linea 5 della

metropolitana, sarebbe auspicabile poterla allungare portando il capolinea in zona S.Eusebio

ottenendo in questo modo due risultati: da una parte si avrebbe un maggior bacino di utenza con un

miglior sfruttamento della linea e dall'altra si toglierebbe il capolinea dal luogo ove è attualmente

posto (intorno ad una scuola primaria) con notevole miglioramento della sicurezza.

Sottolineiamo l'importanza di adottare nuove tecnologie per favorire i percorsi delle persone

diversamente abili.

BILANCIO COMUNALE: TRIBUTI LOCALI - RISORSE E GESTIONI AZIENDE

Sussidio di “cittadinanza”

Stanziamento di fondi da erogare a sostegno delle persone inoccupate e senza reddito o

prestazioni a sostegno del reddito, di cittadinanza italiana e residenti a Cinisello Balsamo da

almeno il 1.1.2012 per 6 mesi rinnovabili per ulteriori 6 mesi.

Tali fondi verranno reperiti mediante politiche di risparmio e ottimizzazione delle attuali

risorse e spese correnti per il prossimo triennio nonché mediante “veicolazione” dei

trasferimenti di Fondi comunitari.

Sostegno ai lavoratori, alle imprese e alle “startup”

 Studio di sistemi di defiscalizzazione alle imprese attuati mediante riduzione delle

imposte locali, (IMU, addizionale comunale, pubblicità, rifiuti etc.)

 Sportello a servizio delle imprese:

- da costituire o di nuova costituzione (startup) per l’ausilio nella sburocratizzazione

e per la ricerca di risorse finanziarie e di adeguate competenze professionali;

- per stimolare la cultura della formazione finanziata anche per la ri-formazione ed il

rinnovo delle competenze professionali (outplacement)

 Agevolazioni per l’imprenditoria giovanile incluse agevolazioni per la pubblicità

locale;

P r o g r a m m a d i g o v e r n o Pagina 12

Maggior chiarezza del bilancio comunale

Attualmente il bilancio comunale non permette una chiara lettura al cittadino “normale” e

non dotato di competenze tecniche. Ci vogliamo impegnare per redigere e pubblicare il

bilancio in modo da renderlo intellegibile a tutti i cittadini.

Riduzione delle contravvenzioni sul codice della strada e cultura cittadina

Riteniamo che, in un periodo di grave crisi come quello attuale, le contravvenzioni, quando

vengono usate unicamente quale strumento per “fare cassa”, gravino in modo abnorme sul

bilancio familiare. Ci vogliamo impegnare a cambiare il sistema mediante un programma di

formazione preventivo del cittadino alla cultura e al rispetto del codice della strada.

Sanzioni piu’ severe per la pubblicità abusiva

Maggior rigore e controllo per la pubblicità abusiva le cui entrate verranno destinate ai

progetti sopra citati.

CONCLUSIONI

Questo programma di governo è stato scritto con il contributo di tutti i candidati, ma soprattutto,

nasce dai suggerimenti dei cittadini.

I loro suggerimenti sono stati raccolti nel corso di questi ultimi mesi, sono stati elaborati, sono stati

omogeneizzati ma è stato preservato il loro significato originale.

E’ un programma scritto da persone diverse, con esigenze diverse, con aspettative diverse, ma con

un obiettivo comune: “fare di Cinisello Balsamo una città a dimensione di cittadino, con

un'Amministrazione sensibile, attenta, tesa a risolvere i problemi di tutti e non a soddisfare le

esigenze di pochi”.

Perché solo così è possibile mettere in atto il cambiamento, è necessario mettersi in gioco,

impegnarsi giornalmente, reagire al degrado, portare il proprio contributo, perché tutti noi vogliamo

che Cinisello Balsamo diventi finalmente LA NOSTRA CITTA'.